Alimentazione

0 1223

TYP-476524-197831755_01Hai intenzione di avere un bambino? Moltissime donne ci mettono tanto tempo da quando iniziano a provare ad averlo, per diversi motivi che ora non andiamo ad analizzare, motivi che possono dipendere sia da loro che dai compagni, ciò che ci interessa è scoprire se esiste un modo per favorire la fertilità in maniera naturale.

Sicuramente il primo passo è l’alimentazione, sana, e la chiusura di certi vizi come possono essere fumo e merendine piene di zuccheri.

Si è scoperto che esiste proprio una dieta particolare per le donne che intendono avere un bambino, una dieta della fertilità, che comprende come alimenti principali quelli ricchi di vitamina C, acido folico, ferro e omega 3.

Vediamola nel dettaglio.

Vitamina C:  fondamentale l’apporto di tale vitamina (così come quello degli antiossidanti) per favorire la fertilità, mangerete allora carote, kiwi, lamponi, agrumi, peperoni, melograni, fragole, uva e pomodori.

Carote: uno studio ha dimostrato che questo comune ortaggio aumenti la qualità dello sperma e per questo stimoli la fertilità dell’uomo, anzi, lo studio ha rivelato che anche la frutta e verdura arancione e gialla avrebbe in generale questo effetto, grazie agli antiossidanti che contrastano i radicali liberi.

Pomodori: sembra che uno studio americano abbia confermato l’azione positiva di questo alimento sul sesso maschile per quanto riguarda la fertilità, grazie al suo contenuto di licopene un antiossidante funzionale.

Cavoletti di Bruxelles: l’importanza che ha nella nutrizione questo alimento è stata confermata da alcune ricerche, che dimostrano come la ricca presenza di acido folico in questo ortaggio sia essenziale per un funzionale sviluppo del feto, ma non solo, i cavoletti contengono anche delle vitamine che aumentano la quantità di spermatozoi e li aiutano a raggiungere l’utero, equilibrando la quantità di estrogeni e riuscendo ad aumentare così la fertilità sia maschile che femminile.

Frutta secca: non può mancare nella vostra dieta, è considerata davvero essenziale allo scopo, consumatela cruda, non tostata, vi darà l’apporto di omega3 necessario per aumentare la fertilità, soprattutto nell’uomo.

Maca: questo tubero è un ottimo rimedio naturale per favorire il concepimento, funzionale sia a donne che uomini, le sue proprietà sono toniche, afrodisiache ed adatto gene e la trovate in forma di estratti, liquidi o compresse.

Consigli utili: nei giorni di ovulazione è importante aumentare la vitamina B e lo zinco, quest’ultimo stimola la produzione del progesterone, così come la vitamina C; durante il ciclo è consigliato mangiare alimenti ricchi di ferro, quindi ortaggi e legumi.

0 589

imagesQuale miglior soluzione per esaltare i sapori in tavola se non le erbe aromatiche? Usatissime in cucina a questo scopo, esse hanno anche molte proprietà benefiche di cui non tutti sono a conoscenza.

Siete in grado di abbinare le spezie e le particolari erbe aromatiche che troviamo in cucina agli ortaggi che prepariamo? No? Eccovi allora qualche piccolo consiglio fuori dal gregge per le verdure più comuni.

Carote: quanti di voi le preparano al vapore da usare come contorno? Oppure crude con qualche goccia di succo di limone? Adesso le potrete fare con un pizzico di curcuma accompagnato da pepe nero. La curcuma ha proprietà antitumorali e antiossidanti, e migliora il funzionamento di stomaco e intestino.

Patate: per questo tubero che spesso non manca in tavola, si consiglia la paprica (tipico accostamento nella cucina ungherese), oppure in alternativa i semi di cumino (questo invece tipico della tradizione indiana), soprattutto quando sono cotte al vapore ma vanno bene anche per quelle più tipiche al forno.

Broccoli: usati sia come contorno che condimento, si sposano perfettamente con l’aneto, un’erba che elimina i gas intestinali. Buona anche la menta e la noce moscata.

Fagiolini: abbinamento un po’ particolare ma d’effetto, i fagiolini possono essere serviti con un pizzico di chiodi di garofano in polvere, questi ultimi hanno effetti positivi per l’apparato digerente e proprietà antinfiammatorie.

Spinaci: l’alimento preferito di Braccio di Ferro apprezza molto il pimento, conosciuto meglio come pepe garofanato, che ha un sapore misto di chiodi di garofano, cannella e noce moscata. Ottimo contro coliche addominali e gonfiori.

Melanzane: molto spesso vengono preparate alla griglia, in questo caso aggiungeteci delle foglie di coriandolo, per un gusto forte. Esso vi aiuterà contro le difficoltà digestive. Se amate il delicato invece, optate per il basilico fresco tritato, elemento che favorisce l’appetito.

Zucchine: usate particolarmente per i sughi, una volta tritata può essere abbinata a foglie di mentuccia, o nepetella, erba che presenta un leggero odore di menta ed è un ottimo rimedio ai disturbi gastrointestinali.

0 700

energyPraticamente tutti noi abbiamo provato almeno una volta un energy drink, per restare svegli, per darci energia e forza o perché semplicemente il gusto ci piace. Queste bevande infatti contengono alcune sostanze che ci stimolano, ci attivano, sostanze come caffeina, taurina e guaranina.

Sulle lattine si legge che servono ad ‘’aiutare ad aumentare la concentrazione, l’attenzione, le performance mentali e ridurre la stanchezza e la fatica’’. Ma sappiamo qualcosa di più specifico su di esse? Siamo a conoscenza del fatto che possono farci male?

Si è scoperto recentemente che tali bevande possono provocare dei gravi problemi cardiaci, come angina e aritmia, i casi reali sono 62, e i decessi per abuso di tali sostanze finora sono otto.

Perché succede ciò? Perché la caffeina rilascia una gran quantità di calcio nelle cellule cardiache, cosa che causa appunto le aritmie e modifica la capacità delle nostre cellule di usare l’ossigeno. I sintomi caratteristici sono tachicardia, mal di testa, tremori e ansia.

Visto tutto questo allarmismo giustificato, si direbbe che il problema vero è proprio è la disinformazione che ruota attorno ai rischi causati dagli energy drink, i quali effetti vengono sottovalutati dai più, specialmente i giovani.

Per quanto riguarda questi ultimi, sembra  che l’uso di tali bevande sia abusato anche dai bambini, ai quali se ne sconsiglia l’uso, oltre che per i motivi prima citati, anche per il fatto che a loro provocano una dipendenza ed intossicazione da caffeina, e ciò causa nausea, palpitazioni cardiache, vomito, ipertensione, convulsioni e psicosi, nei casi più gravi la morte.

Oltre alla caffeina gli energy drink contengono dosi elevati di zuccheri (una lattina più o meno ne contiene 13 cucchiaini) e non c’è neanche bisogno di spiegare il perché ciò faccia male.

Se siete dei consumatori abitudinari di queste bevande, provate a sostituirle con alternative naturali, fatte da voi in casa, trovate le ricette in internet, assieme anche alle alternative in lattina create da alcune realtà commerciali per sostituire il classico – e malefico –  enegry drink.

0 4311

weight-watchers-weight-wellness-dieta-frutta-e-verdura-di-ottobreOgni stagione ha la sua frutta e verdura, ed è importante sapere cosa comprare di buono, che sia maturo, e che, in questo caso, ci possa preparare all’inverno imminente. Ottobre è un mese ricco di sapori forti, ma con questo mese arrivano anche le prime influenze, che possiamo combattere sempre in maniera naturale con l’alimentazione giusta.

Quali sono dunque gli alimenti di questo mese e cosa possiamo sfruttare di essi per prepararci ad affrontare i malanni di stagione? Ecco una lista ridotta.

Pera: buonissima e dolce, il suo zucchero è una fonte di energia, è ricca di fibre come la pectina e la lignina, la prima elimina il colesterolo cattivo e la seconda riduce i rischi di tumore al colon.

Melograno: come non restare affascinati da questo frutto? Il contrasto dolce – acido dei suoi semi è sicuramente una delle sue migliori caratteristiche in quanto a gusto, ma se vogliamo parlare di proprietà allora il melograno vi stupirà con il suo elevato contenuto di vitamina A, C, potassio e fosforo.

Cachi: nonostante siano più difficili da trovare, questi frutti sono davvero dolcissimi e molto amati nel nostro paese, soprattutto quando si mangiano a fine pasto, e possono trasformarsi in un ottimo dessert. Nonostante il suo alto contenuto calorico dato dal molto zucchero, il caco è un ottima fonte di vitamine A e C.

Funghi: ottobre è il mese della loro raccolta, soprattutto di chiodini e piopparelli, sempre da fare con qualcuno che sia esperto per non incorrere in quelli velenosi. I funghi sono ricchi di  vitamina B, potassio e fibre, perfetti per depurarsi e poveri di calorie, per questo ottimi nella dieta.

Zucca: il simbolo di halloween, questo frutto è proprio come il maiale, non si butta via niente! Infatti possiamo mangiarne anche i semi essiccati. La zucca ha alti contenuti di omega3, molto utile come antidepressivo, ma non solo, ed è ricca di vitamina A e C, assieme a calcio e sodio. Ottima per chi cerca una dieta disintossicante.

Altra frutta e verdura da inserire nella nostra spesa di ottobre sono: barbabietole, carote, sedano, piselli, melanzane, fagiolini, ravanelli, rabarbaro, patate novelle, peperoni, fagioli, lattuga, zucchine.