Innesti rapidi: diverse tipologie

Esistono moltissimi innesti rapidi che servono per scopi tra i più disparati tra cui il settore agricolo anche. Le tipologie presenti sul mercato sono davvero moltissime: maschio, femmina, gomito, passaparete e molto altro ancora. Sono davvero moltissime le applicazioni per gli innesti rapidi dato che si tratta di un prodotto versatile ma è importante che si tratti di un modello indicato per il tipo di utilizzo poiché è necessario tener conto della resistenza alle temperatura, alla pressione nonché alla presenza di prodotti ad uso alimentare che perciò richiedono delle certificazioni molto più alte, pena la maggior incidenza di rischi alimentari. Dall’automazione agli impianti di acqua potabile, gli innesti rapidi soltecstore risultano essenziali da scegliere sempre in base al materiale con cui sono realizzati perché ogni materiale ha caratteristiche diverse, come può essere la resistenza alla pressione che può essere molto elevata, fino anche a 20 Bar.

In plastica

Gli innesti rapidi in plastica sono raccordi di tipo standard che si usano con l’aria compressa. La pressione che vien esercitata va da zero fino a 10 Bar. Solo il corpo è in plastica perché la filettatura può esser in ottone nichelato che  assicura la massima resistenza.

In ottone

Gli innesti rapidi soltecstore realizzati con l’ottone cono quelli più indicati per l’aria compressa, lubrificata, non lubrificata e a vuoto. Questo tipo di innesto può avere diverse misure, da scegliere in base alle specifiche esigenze: metriche, cilindriche e coniche. I tubi per l’aria compressa, tipo poliuretano, ne hanno spesso bisogno.

In acciaio inox

Quando si tratta di acqua potabile e di altri fluidi alimentari che perciò non devono essere contaminati, si utilizzano gli innesti realizzati con l’acciaio inox, metallo che assicura le migliori garanzie in questo ambito. Questi innesti sono perfetti per resistere a temperature elevate che possono raggiugere i 150° C. Questo tipo di innesti è quello che più di tutti deve esser certificato e avere i marchi che assicurano il rispetto delle normative in materia alimentare, tutte molto severe e rigide.