Purificare il proprio corpo grazie all’aiuto dei reni: cosa mangiare per mantenere questo organo sano e funzionale

Abstract image showing kidney stones in a manPer stare bene con il proprio corpo non basta mangiare correttamente, avere una dieta equilibrata o una dieta dimagrante a seconda dei casi, ma a colte bisogna completare questa cura personale con un processo di purificazione, sia degli organi che del sangue, al fine di eliminare scorie e tossine che si accumulano nell’organismo.

Per purificare il corpo, dunque,ci affideremo innanzitutto ai reni, uno degli organi più importanti per tale fine. Per lasciare i reni fare il loro lavoro bisogna assicurarsi che essi siano sani così da poter filtrare bene il sangue e rimuovere tutto il materiale di scarto e di acqua in abbondanza.

Può capitare però, che tutto quel materiale tossico ci faccia venire un’infiammazione alle vie urinarie o alla vescica, fino ad arrivare anche alla formazione di patologie renali. Per questo è fondamentale prendersi cura dei propri organi facendo attenzione alla propria alimentazione.

Quali sono gli alimenti dannosi per i nostri reni? Le proteine animali, le bibite gassate, il sale, i dolcificanti artificiali, i prodotti caseari, il ceffè e le sigarette. Indi per cui sarà consigliato seguire una dieta che preveda il quanto meno possibile la presenza di proteine e grassi saturi, senza dimenticare anche di non bere alcool e non assumere troppi medicinali che possono anche rivelarsi inutili.

Una delle cose più importanti sicuramente sarà il bere molta acqua, un litro e mezzo, due litri al giorno sono l’ideale. Non solo l’acqua può aiutarci in questo senso, ma possiamo scegliere anche di idratarci con centrifugati di verdura (carota, barbabietola, sedano) e succhi di frutta, magari controllando la loro origine biologica. I più consigliati sono quelli di mirtillo e melograno, due frutti ricchi di antiossidanti che sembra aiutino a migliorare le funzioni renali, e prevenire così la formazione dei fastidiosi calcoli.

Ma anche le tisane possono contribuire a depurare questo nostro organo, in particolare sembra siano funzionali l’ortica e la bardana, che aiutano a liberarsi dalle tossine e a drenare i liquidi.